Browsing Category

Senza categoria

Incidere con la luce, Senza categoria

Francesca Woodman – on being an angel

Francesca Woodman (Denver, 3 aprile 1958 – New York, 19 gennaio 1981) è stata una fotografa statunitense.

Fu, nonostante una vita piuttosto breve, un’artista fotografica influente e importante per gli ultimi decenni del XX secolo.

Appariva in molte delle proprie fotografie e il suo lavoro si concentrava soprattutto sul suo corpo e su ciò che lo circondava, riuscendo spesso a fonderli insieme con abilità. La Woodman usava in gran parte esposizioni lunghe o la doppia esposizione, in modo da poter partecipare attivamente all’impressionamento della pellicola.

 

“Non sono nulla, non posso nulla,
non perseguo nulla.
Illuso, porto il mio essere con me.
Non so di comprendere,
né so se devo essere,
niente essendo, ciò che sarò.
A parte ciò, che è niente, un vacuo vento
del sud, sotto il vasto azzurro cielo
mi desta, rabbrividendo nel verde.
Aver ragione, vincere, possedere l’amore
marcisce sul morto tronco dell’illusione.
Sognare è niente e non sapere è vano.
Dormi nell’ombra, incerto

cuore.”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Ho dei parametri e a questo punto la mia vita è paragonabile ai sedimenti di una vecchia tazza di caffè e vorrei piuttosto morire giovane, preservando ciò che è stato fatto, anziché cancellare confusamente tutte queste cose delicate”.

 

Citando qui e là..., Senza categoria

tratto da “Soffocare” – Chuck Palahaniuk

“…Le dipendenze, disse, sono solo uno dei tanti modi per curare lo stesso problema.
Le droghe, la bulimia, l’alcol, il sesso sono solo strumenti per trovare un pò di pace.
Per sfuggire a ciò che conosciamo. A quello che ci insegnano. Al nostro boccone di mela.
Il linguaggio, disse, altro non è che il nostro personale modo di spiegare lo splendore e la meraviglia del mondo. Per decostruirlo. Liquidarlo. Diceva che la gente non è in grado di reggere la vera bellezza del mondo. Il fatto che non possa essere spiegata o compresa.”

Senza categoria

Benvenuti

Un’impronta che sia un solco, questo è quello che si propone di lasciare questo blog.
Presuntuoso? Azzardato? Si può darsi, ma questo sarà uno spazio caratterizzato da più porte su mondi diversi, su strade intraprese e strade in incognito, ancora da scoprire.

Il piano: impressionare le squame del quotidiano,
il metodo: postare pensieri, foto opere e parole…
Pilota: la sottoscritta 😉
Copilota: chiunque voglia esprimersi e fermarsi un pò in questo porticciolo…

Itinerario: sconosciuto, così come la destinazione finale.