Su di me

2017-08-11 10.29.03Mi chiamo Fabiana Scamardella, nota ad alcuni come “Faggiana” ad altri come “Fab Fab” o dir si voglia.

Nasco a Napoli il 13 maggio del 1980 ma imparo presto cos’è una cadrega trasferendomi nella “Brianza velenosa” che mi alleva e che mi permette di identificarmi in quella sensazione di 2 litri di acqua frizzante in una bottiglia da 1 litro e mezzo.
Verticalmente svantaggiata e umilmente piatta, se quelli della Pixar, prima di fare Inside Out avessero visto nella mia testa, avrebbero sicuramente aggiunto un personaggio: Scazzo.
Riuscendo a dissimulare il mio brutto carattere cresco circondata da sguardi amorevoli e dall’approvazione delle pie donne locali coronando i miei studi con una laurea in Scienze della Comunicazione con indirizzo Comunicazione di impresa, giustamente con una tesi in Storia del Teatro.
Apprendo la bellezza di 4 lingue imparando a non parlarle tutte insieme, ciò nonostante incappo in diverse disavventure lavorative fino ad inciampare e a cascare irrimediabilmente nel modo dell’email marketing. Durante svariati tentativi di fuga, mi innamoro del mondo radiofonico fino a diventarne parte con un programma che tenta di sbugiardare il mostro a due teste del bamboccione con un programma che si chiama “Il Trentenne che non ti aspetti” e nonostante l’avversità verso il genere umano, contribuisco al sogno di un mondo migliore di ogni Miss Italia che si rispetti, diventando una volontaria di Croce Rossa, (più che altro per esaudire l’inconfessabile desiderio di guidare un mezzo dotato di suoni più fastidiosi della mia voce).
Tra il sesso senza amore e l’amore senza sesso, scelgo: mangiare senza ingrassare, tuttavia ben preso mi rendo conto che le mie serate di vita mondana al gusto limone duro devono pur avere fine e spostando le mia aspettative da principe azzurro a poco nuvoloso ho incontrato Carlo con il quale ho compiuto una delle scelte più coraggiose di un qualsiasi Bear Grylls : mettere al mondo un figlio.
Da allora, cerco il mio posto nel mondo tra pannolini e pestilenze infantili, tra una richiesta di part time e un cv inviato invano, rivalutando l’antico fenomeno dell’alcolismo e definendomi una persona per bere, divoro un libro dopo l’altro e li racconto tramite il mio canale youtube dando vita al futuro fenomeno mediatico-letterario chiamato “Il Belato della Cultura”.
“Mis palabras son balas” come dice una canzone dei Los Fabulosos Cadillacs, le mie parole sono pallottole, proiettili di ironia e non solo, sono versi, immagini e percorsi. Sono curiosa anche io di vedere dove tutto questo porterà.

Aspirazioni? Scrivere, scrivere scrivere. Scrivere per evadere e far funzionare i neuroni spianati dalla routine.

rawpixel-com-561415-unsplash

14 Comments

  • Reply Kevin 6 giugno 2011 at 22:48

    ho letto un po del tuo blog..mi piace!!! un bacio fabi :*
    P.S: sei bellissima 🙂

  • Reply Silver 3 luglio 2011 at 21:37

    “2 litri di acqua frizzante in una bottiglietta da mezzo litro” è forse l’autodescriz + simpatica e potentem sintetica k abbia mai sentito AHAHAH ^__^
    Io direi k, da quel poco k sto leggendo velocem prima d’andar a nanna, il tuo “vertical svantaggio” è assolutam invisibile poiché sovrastato da tanta creativa intelligenza, simpatia e (dulcis in fundo ;-)) graziosità!!
    E’ stato davvero un piacere conoscerti, un bacio :*

  • Reply Damiano MAzzotti 20 dicembre 2011 at 19:28

    Gentile Fabiana Scamardella buongiorno,
    dato il suo interesse per la cultura, la società e la comunicazione, la invito a leggere e a scrivere qualche articolo di giornalismo partecipativo su AgoraVox Italia, che è anche un buon modo per allargare le conoscenze e le opportunità.

    Questo genere di giornalismo è fatto direttamente dai cittadini per i cittadini e nel nostro caso ogni autore ha una scheda personale con la funzione di vetrina sociale (dove possono essere indicati scritti, libri e siti personali). Quindi gli autori possono essere studenti, impiegati, giornalisti, professori ecc.

    La Fondazione Agoravox è il primo network europeo di Giornalismo Partecipativo. Il quotidiano Agoravox.it è nato il primo settembre 2008 e in poco più di tre anni è già arrivato settimo nella classifica dei siti di informazione presenti solo online (dati AudiWeb del mese di gennaio 2011, citati dal settimanale l’Espresso). La consultazione è completamente gratuita ed esiste l’edizione francese: Agoravox.fr.

    Comunque Agoravox Italia è stato MediaPartner del Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia ed è stato scelto come finalista del Premio Ischia Internazionale di Giornalismo 2011, categoria “Social Network”.

    Per approfondimenti basta ricercare Damiano Mazzotti su Google e come primo risultato apparirà la mia scheda personale reporter con tutti gli articoli scritti finora: oltre 500 (indirizzo: http://www.agoravox.it/Damiano-Mazzotti).

    In effetti sono il principale e forse più noto giornalista partecipativo italiano.

    Infine segnalo che collaboro saltuariamente anche con Scuolachefarete.it

    Grazie per l’attenzione, buon lavoro e buona lettura!

    Damiano Mazzotti (psicologo, scrittore, futurologo; redazione italiana)

    AgoraVox Italia

    P. S. La democrazia è la parola che puoi scambiare con uno sconosciuto (Arturo Ixtebarrìa).

  • Reply admin 20 dicembre 2011 at 19:47

    Buonasera,
    grazie per avermi dedicato attenzione e per averne dedicata al mio blog.
    Ho già iniziato a leggere il AgoraVox, e sarò lieta di poter collaborare. Devo solo trovare una mia “collocazione”.
    Se per lei va bene, possiamo quindi tenerci in contatto.
    Grazie ancora,
    Fabiana

  • Reply Damiano Mazzotti 10 marzo 2012 at 19:11

    Gentile Fabiana,
    mi sono reso conto ora di non aver lasciato nessun riferimento, che comunque era reperibile nella mia scheda personale su Agoravox.

    Comunque per contattarmi può utilizzare questa mail: d.mazzotti@racine.ra.it.

    Buone cose

    Damiano Mazzotti

  • Reply arturo 16 maggio 2012 at 12:52

    totalmente sorprendente 🙂
    anzi , volendo stare in tema di allitterazione questa casa elettronica mi ha totalmente tolto tutti i dubbi sull’intuizione che già si percepiva dal FB – Un piacevolissimo incontro. z/.

  • Reply Alessia 16 agosto 2012 at 15:01

    Leggere tutte queste parole a associare ad ogni esilarante e profonda espressione il tuo volto è stata un’esperienza bellissima! Ciao frizzantissima bionda! Sei speciale!

  • Reply Davide 6 maggio 2016 at 23:02

    ti ho conosciuto e ti seguo…..hai un grande talento e la tua ironia no ha rivali. la vita è una sola; sogna e prendi coraggio: saresti una scrittrice/autrice fantastica e soprattutto…felice!

  • Reply Davide virardi 6 maggio 2016 at 23:03

    ti ho conosciuto e ti seguo…..hai un grande talento e la tua ironia no ha rivali. la vita è una sola; sogna e prendi coraggio: saresti una scrittrice/autrice fantastica e soprattutto…felice!

    • Reply admin 6 maggio 2016 at 23:49

      Grazie Davide, non sai quanto mi rendano felice le tue parole. A dire il vero non saprei come cominciare ma è vero potrei cercare di prendere quello che mi renderebbe felice ☺

  • Reply Victor 6 marzo 2018 at 16:05

    La tua ironia è potentissima, è una grande arma e allo stesso tempo una grande medicina di questi tempi. Hai talento, non abbandonare mai i tuoi sogni.

    • Reply FabFab 6 marzo 2018 at 22:46

      Ciao Victor,
      ti ringrazio, sebbene io stia andando un pò a rilento, ho messo a fuoco cosa mi piacerebbe fare. Da quando sono mamma sto imparando a scartare il superfluo, a ottimizzare e a trovare la strada che fa per me. Senza fronzoli ma con molta pazienza. Incrociamo le dita 🙂

  • Reply Ambra 14 giugno 2018 at 07:26

    Bellissima lettura, ora ti conosco molto più di ieri sera. Hai la capacità di far vedere l’ironia. Col corpo, i gesti e parole veloci. Contenta d’ averti conosciuta .

    • Reply FabFab 15 giugno 2018 at 17:05

      Ciao!
      Ti ringrazio tantissimo per avermi dedicato del tempo! Spero ci saranno nuove occasioni per vederci e confrontarci oltre ce per fare gossip! 😉

    Leave a Reply